De-s-programmare

Da un po’ di tempo, sempre più spesso, ricevo e-mail da parte dei miei lettori in cui mi informano che, nella loro città, hanno creato gruppi mensili di lettura dei miei libri.

Pensando al fatto che nella storia di solito questo accade dopo la morte di uno scrittore o di un iniziato, la notizia mi ha fatto molto piacere.

Questo mi permette di GODere in vita della gioia di tutti coloro che attraverso la lettura dei miei libri hanno vissuto un viaggio verso se stessi e da questo ne hanno tratto beneficio a livello pratico, emozionale e animico.

Attraverso questo scritto, desidero ringraziare pubblicamente tutti coloro che hanno avuto l’iniziativa e che, nello spirito della correttezza, ogni volta citano la fonte. Sono molto grata e dai miei lettori mi sento molto amata. Quest’amore è reciproco.

A proposito di citare la fonte, colgo l’occasione di questo scritto per condividere con voi un’esperienza vissuta in questi giorni grazie proprio ad una e-mail ricevuta da parte di una cara lettrice, proprio durante uno di questi incontri mensili. 

Desidero portare la vostra attenzione ai “Copia e Incolla”, un’attitudine questa che esiste fin dalla notte dei tempi, fin da quando l’umano ha iniziato a cercare energia fuori di sé per NUTRIRSI. Questo ovviamente lo ha allontanato da se stesso e così per eoni di secoli ha dovuto vivere un’infinità di esperienze attraverso le quali poter comprendere che l’unica fonte dalla quale attingere è da Se Stesso.

L’attitudine dell’imitazione, anziché della CREAZIONE, nel divenire delle diverse ere, ha portato alla proliferazione di molti cloni e questi, ovviamente, sono privi di ANIMA, la parte essenziale e matrice creante con cui poter manifestare in terra la propria Maestria Incarnata.

Ed è proprio del fenomeno “copio e incollo perché dentro di me ho nulla” che qualche giorno fa, una lettrice mi ha scritto informandomi che ha letto un libro in cui ha riconosciuto un vasto copia incolla di uno dei miei libri.
Chi ha letto “MyeshuakOr Il Codice dell’Origine”, avrà sicuramente letto che la frequenza che mi guida ha usato la parola DE-S- PROGRAMMARE.

Parola verso la quale sono stata invitata a lasciarla così. Comprendendo ovviamente che non si trattava di un errore grammaticale, ma di un messaggio da decodificare. Le direttive chiare e precise mi confermavano che quella “S” andava lasciata così.

Il suo significato va oltre il visibile.

Chi l’ha usata pari pari ha commesso due errori: uno grammaticale e l’altro ancora più importante, etico.

Altre sfumature che sono state copiate da “La Nuova Coscienza di Maria Maddalena” sono:

“Questo libro non è un libro…”

“Respira maestro, respira Maestra…”

E tanto altro su cui non intento soffermarmi…

Come ho già scritto in altre occasioni la verità viene sempre a galla. È una legge!
D’altronde tutti hanno cercato di imitare la Gioconda di Leonardo Da Vinci. Ma Leonardo è rimasto il solo Leonardo e, il sorriso della gioconda che proviene da altri mondi, è rimasto inimitabile. Il maestro non certo intingeva i suoi pennelli nel colore di questa esistenza, ma in quella di infiniti mondi paralleli. Qui per entrare devi essere AUTENTICO. Devi essere Tu e nessun altro al tuo posto.

2019. Louvre, Parigi. Foto di Laura Martínez Rodríguez

L’imitazione è il tradimento che tu fai alla tua anima. Ogni volta che accade LEI, la tua anima ti osserva e, con amore, attende che tu le faccia posto dentro di te per INCARNARSI.

Ora, se ti stai chiedendo perché ho scelto di parlare di quest’esperienza vissuta in prima persona, ti rispondo.

Ne parlo perché, come creatrice della mia vita e autrice delle mie opere, so che quest’esperienza in cui un pseudo scrittore ha scopiazzato ogni cosa, su altri livelli l’ho creato io. Sono responsabile io di questa creazione. Ed è proprio per questo che ne OSSERVO i movimenti.

La bellezza, la grazia, la chiarezza, sta nel vedere non cosa è accaduto, ma perché è accaduto.

La risposta è chiara, semplice e funzionale. Si tratta di mettere parola, senza TACERE.

D’altronde dopo 2000 anni di silenzio credo che per chi è portatrice della FREQUENZA di MARIA MADDALENA, il SILENZIO è stato più che sufficiente.

Ora è tempo di parlare, non è più tempo di tacere.

Cosa avrei dovuto fare? Esporre denuncia?

No. Secondo la mia visione non serve. La Nuova Coscienza non usa mezzi umani.

La Nuova Coscienza lascia che la verità venga a galla da sola. E poi, occuparsi di queste dinamiche, sarebbe stato uno spreco di energia e, con molta onestà, questa mi serve per scrivere altri libri e interagire con i miei lettori e con chi sceglie di imparare ad essere Creatore della propria vita. Ho solo scritto una lunga lettera all’interessato che ovviamente si è giustificato con un prolisso papiro, tipico del ragazzino colto con le mani nella cioccolata.

“Nessuno può portarti via ciò che Sei. Si possono imitare le parole, ma nessuno può imitare la frequenza. Nessuno può portarti via ciò che è tuo. E poi cose è tuo? Nulla. Tu puoi GODere di ciò che sei senza attaccarti a nulla. Neanche a te stessa. Puoi solo PRESERVARE ciò che è prezioso e di esso lasciare traccia per chi verrà e di esso saprà farne a sua volta tesoro.”

Questo è il messaggio che ho ricevuto dopo quest’esperienza.

Ho respirato a lungo. Mi sono commossa ed è per questo che ho scelto di condividere con tutti voi quest’esperienza personale. So che leggerla potrà essere utile a molti ed è per questo che ho deciso di renderla pubblica.

E per concludere…

2000 anni fa, Paolo insieme a Pietro si distaccarono dagli altri apostoli. Loro scelsero di dirigersi verso Roma e qui, per motivi politici, si allearono con il potere romano. Inventarono un’industria puntando al riconoscimento da parte del Dio Denaro e iniziarono un meticoloso percorso di indottrinamento delle coscienze affinché ogni pecora potesse restare nel gregge da loro creato. Copiarono il paganesimo a loro piacimento e della verità ne fecero una storia ridipinta alla perfezione. Occultarono il potere della Donna con la quale erano in continuo conflitto che altro non era che lo specchio del mancato riconoscimento di sé, e per questo faceva PAURA.

Lo stesso conflitto di coloro che ancora oggi, copiano, confezionano, ridipingono senza arte né parte, restando nella coscienza di Pietro e Paolo.

Lo stesso conflitto di coloro che, ogni volta che cercano di imitare anziché MANIFESTARE, non si accorgono che i loro potenziali si bloccano nella prigione dell’ego, della materia.

E quindi nella frequenza di Pietro.

“La croce è stata capovolta, come capovolta è stata la verità.”

Nel mio libro Il Codice dell’Origine dedico a Pietro un intero capitolo. Se ti va leggilo, magari nel giardino del tuo cuore potrà sbocciare qualche consapevolezza.

Se ti stai chiedendo il significato di quella S al centro della parola DE-S-PROGRAMMARE, te lo spiego nel mio prossimo libro… o in un mio prossimo scritto, sempre qui alla voce La Penna di Adele Venneri.

Con amore e dolce fermezza…

Adele Venneri

Questo materiale è soggetto a diritti d’autore e può essere utilizzato solo rispettando e citando la fonte senza alcuna modifica

Copyright 2020 © ADELE VENNERI CREAUTRICE

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies
error: Questo contenuto è protetto da copyright